Skip to content

7 ottobre 2004

Le scelte importanti

Siamo arrivati come se niente fosse.
All’improvviso la piatta giungla si è fermata, di colpo, e la terra non era più quella umida e morbida, dura adesso cominciava a salire.
Ecco il monte Paraflu, proprio un bel mucchio di roccia, alto, bruno,come una bella donna.
Non si può più proseguire con i mezzi blindati e l’appoggio logistico che fin ora abbiamo avuto.
Adesso viene proprio la parte più divertente. La conta.
Si esatto, fare il militare è cosa da grandi, ma i metodi non cambiano con il passare degli anni.
Qualcuno deve rimanere, qualcuno deve proseguire, e bisogna scegliere.
15 rimangono, 10 vanno avanti.
Il Sottotenente è in prima fila, come sempre, ma questa perseveranza, questa attitudine al dovere e alla lealtà verso i compagni di avventura come il sergente Pips non impressiona nessuno, e infatti nessuno si fa avanti come volontario.
Io lo farei, alla fine proprio si, partirei per vedere anche solo come finisce, ma proporsi adesso vuol dire fare la parte del leccaculo con tendenze suicide.
Si pianta il campo, quello dove i fortunati aspetteranno il ritorno degli sfigati.
Il sottotenente Volso dorme tranquillo dopo aver scritto l’ennesima lettera, alla madre pare questa volta.
E nel campo invece comincia il grande dibattito, si discutono regole, si inventano trucchetti e scemenze ormai ben troppo note a tutti. Ognuno vorrebbe applicare la sua infallibile conta, io aspetto perché tanto lo so come finisce.
Sono soldato ormai da 6 anni, quasi un veterano, ed è risaputo che tanto alla fine si sceglierà la vecchia maniera. Ma è impossibile non provarci a proporre la soluzione a se stessi più grata, quella che ci diverte almeno un pò.
1,2,3 stella : eliminazione diretta, chi viene beccato parte.
Lo dico nello confusione, senza neanche alzare la voce.
Tutti rimangono in silenzio. Strano.
E io che pensavo che alla fine sarebbe finita a morracinese, come al solito.

 

Ma chi si acceca? E quello che si acceca parte o no?

 

E’ una voce anonima nel gruppo che parla, non si saprà mai chi è stato. Ma già tutti sono d’accordo sul fatto che la domanda è lecita.
Esce dalla tenda il sottotenente, con un sorriso largo.

Soldati stanotte proprio non riesco a dormire….

Pare che si sia trovata la soluzione. Il sottotenente si acceca. Chi fa stella non parte, chi viene beccato parte, chi rimane nello stesso punto senza muoversi per tre volte di fila, parte pure lui per la scampagnata sul monte Paraflu.
Fare il militare è una cosa da grandi, ma i metodi rimangono sempre gli stessi.
Tocca fare gli stronzi, anche quando è solo un gioco. Sarà da grandi o da piccoli questo?
Non faccio in tempo a chiedermelo che il Sottotenente appoggia la testa sul braccio, dandoci le spalle e noi siamo tutti dietro una linea segnata con una baionetta.

 

uno

 

due

 

tre

 

stella!

Annunci

From → Archivio

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: