Skip to content

18 ottobre 2004

Mon amour Elena

Ho sempre avuto un debole per Elena. Capelli neri, lunghi, due tette notevoli. Dal primo momento che l’ho vista ho cominciato a desiderarla.
Io non le piaccio, è palese, non posso farci nulla. Ma questo non mi hai mai scomposto o innervosito.
Non me ne frega niente.
Io sto bene anche così, seduto davanti a lei, alterno ipnosi da occhi e tette.

Sai volso mi spiace che è un pò che non ci vediamo

Ma figurati va bene così

No no ascoltami volevo dirti quest operchè ci tengo a te sul serio

Davvero?

Si molto…

Questo mi fa molto piacere lo sai…

Rimango ebete, cicco la sigaretta per un minuto consecutivo.
Queste sono cose che ti accorciano la vita.
Lei allunga la mano, sotto il tavolo, la poggia sulla mia gamba.
Queste sono cose che non si dovrebbero fare al bar.
Sento dentro la voglia di prenderla stenderla sul tavolo e scoparla davanti a tutti.
Invece aumento la velocità con cui cicco. La sua mano prosegue e si infila nei pantaloni, e non capisco nemmeno da dove è entrata.
Mi alzo di scatto con la bottega aperta, tutti mi guardano.

Elena ma vaffanculo!

Quanto cazzo odio questi sogni.

Annunci

From → Archivio

One Comment
  1. thewines permalink

    prima di dormire non ci devi pensare a certe cose,che poi fai ‘sti sogni…ehehe……e la mattina ci rimani pure male…!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: