Skip to content

3 dicembre 2005

Memorie dal sottosuolo Dostoevskij

 

Questo probabilmente è uno dei libri a cui sono più affezzionato. E’ un libro che ha ispirato scrittori come kerouac, bukowski, ma non solo, ha attraversato tutta la letteratura occidentale.
Lo stile è acuto, sottile, tipico di Dostoevskij, che si cala nei panni di un uomo malato al fegato che non si vuole curare, che spiega in maniera assurda il motivo, che è paranoico e facilmente portato all’invidia di persone più fortunate di lui, portato all’invidia e all’odio, quello spicciolo da borghesotto. Dostoevskij consapevolmente fa un ritratto di un uomo qualsiasi del suo tempo, mettendone a nudo la vigliaccheria, spesso le bassezze e i pensieri torbidi, ma soprattutto la sconvolgente vitalità interiore. Questa è la confessione di un uomo che è un fallito, un uomo che socialmente non conta quasi nulla, che un po’ invidia la ricchezza delle altre persone, ma che in fondo è un ribelle, un nichilista, che sente che ormai l’ambiente in cui vive in cui è cresciuto non conta più nulla, tant’è che alla fine sostiene che ormai si nasce morti e senza libri da leggere la gente non saprebbe dove andare a sbattere la testa. Ma questo purtroppo non lo salva dall’apparire dall’esterno con un uomo abbastanza squallido, senza una grandezza morale classica. Ma cosa conta? In realtà, nel suo intimo, traspare chiaramente la dolcezza di un animo ricco, vitale ma represso da una vita che lo ha sconfitto. Questo è uno dei più tipici personaggi di Dostoevskij che cercano una vita, una soluzione, una risposta ai grandi problemi esistenziali ma che alla fine rimangono a vagare nel nulla che hanno intorno a se.

Annunci

From → Archivio

11 commenti
  1. bender1979 permalink

    io me so letto 3 metri sopra il cielo……tiè!!!!!

    bender

  2. OneImaginaryBoy permalink

    gran libro davvero…

    e poi come scordare l’incipit “sono un uomo malato, sono un uomo cattivo, non sono un uomo attraente, penso di soffrire di fegato”

  3. volso permalink

    bender tu sei una merda eheh

  4. bender1979 permalink

    eheheheh, sono cosi’ teneri i protagonisti…

  5. effeinvariante permalink

    E tutta questa sfilza di recensioni di libri con tanto di copertina cos’è, il tuo testamento spirituale?
    Comunque volevo chiederti, come mai sono nei Blog Promozione? Il m(uo)io glog ti sembra tanto valido? Proprio ora che non sto scrivendo un cazzo? (ah, te dici proprio per quello… Comunque grazie)
    Ma guarda, Bender si è fatto un blog… Di cui io sono il sesto visitatore.
    Baci dalla provincia!

  6. revel permalink

    Fantastica la serie di post, non so, me la rido.

  7. volso permalink

    spiegherò questa sfilza di post nel prossimo post. Così ho qualcosa da scrivere.

  8. effeinvariante permalink

    Volso, sei un ottimo volso.

  9. anonimo permalink

    si, ho fatto un blog in cui volso mi farà i commenti d ogni capitolo d 3 metri sopra il cielo…

  10. bender1979 permalink

    ah, ero io che ho fatto l ultimo commento…

  11. anonimo permalink

    un po’ superficiale l’analisi del personaggio e un po’ infantile e didascalica la scrittura…devi fare di meglio…lo so sono esigente…ma realista,
    con affetto,
    tuo dylan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: