Skip to content

23 gennaio 2006

Ecco, fermo con la macchina accesa in un parcheggio deserto. Periferia di un paese in periferia. Fuori -0,5 gradi celsius. Ci tiene a precisare il termometro sul cruscotto. Qui dentro non lo so ma sto in felpa. Rollo la mia sigaretta, ascolto i Tindersticks e forse non c’è il significato della vita, per quello ci sono i film. Però.

Annunci

From → Archivio

25 commenti
  1. effeinvariante permalink

    “Però” cosa, brutta merda?
    Ti dirò una cosa: secondo me ci godi, a non farti capire dagli altri, e ti compiaci della tua faccia simil-disillusa di chi è un «mezzo borghese fallito» ma sa di esserlo (quindi è un gradino sopra gli altri). E con quel sorrisino di chi ha capito tutto cioè ha capito di non aver capito un cazzo ma non lo dice o se lo dice ha la fortuna di avere una faccia che la gente crede lo stesso che è un grande giri lo sguardo e ti accendi una (l’n-esima) sigaretta come un divo dei film americani anni ’30-’40-’50. E scrivi questo post che non vuol dire un cazzo.
    Beh, ciao.

  2. grRRiiz permalink

    un saluto la mattina presto, dall’ufficio, mentre ascolto heroin e aspetto gareth per la prossima sigaretta. il sole e’ sorto, l’ho visto io.

  3. volso permalink

    eh eh, grande effe. Non è proprio esattamente così che sono, però il blog in effetti in questa maniera si autoalimenta, di stronzate. E i post non li finisco perchè quando riesco a trovare un minimo di scema ispirazione la butto sul progetto del momento che non si concluderà mai. Per ora sto scrivendo un romanzo magnifico, parla di un pendolare xenofobo che vuole uccidere un assessore. Mi diverto così.
    Poi è vero, sono un piccolo borghese, ma sfido chiunque a dimostrarmi che non lo è.
    Riguardo la citazione sui film americani, “anni 30,40,50”, forse è un pò troppo vaga. A me dei film americani vecchi piace soprattutto il filone militare, tipo “l’ammutinamento del caine”, “dove le acquile osano volare”, “la battaglia di midway”, ma ti assicuro lì non si fuma, o almeno, non è un gesto così pregno di virilità come si potrebbe credere.

  4. volso permalink

    Grrizz, è bello guardare il sole. E’ un essere vanitoso, senza di noi non si alza.

  5. lamagadioz permalink

    A me piacciono le cose che non vogliono dire niente.
    Meglio di quelle che vogliono dire troppo.

    E poi.

    LOOP è una canzone bellissima, la dovresti ritrovare.

    [Mi sublima
    pensare
    al moto circolare
    delle onde…]

    E poi.

    CLICK è il rumore che fa la macchina fotografica quando ferma qualcosa o qualcuno.

    [E adesso, come al solito, vado a fare l’amore.]
    [Con me stessa, và, che almeno non faccio male a nessuno.]

  6. lamagadioz permalink

    [Ho fatto un commento più lungo del tuo post. Che sensazione.]

  7. effeinvariante permalink

    Ma allora, se siamo tutti piccoli borghesi, che senso ha. Io non sono un piccolo borghese, per il puro fatto che non mi sento mai piccolo borghese, e non mi sento mai neanche niente che qualcuno come te potrebbe interpretare come una maschera che più o meno consciamente mi metto per nascondere a me stesso e/o agli altri che sono un piccolo borghese. Qualsiasi cosa voglia dire questa parola. Come faccio a sentirmi/non sentirmi piccolo borghese se non so neanche che diavolo significa?

    Per quanto riguarda i film americani, la “citazione” (più che una citazione è un riferimento) «anni ’30-’40-’50» è vaga per il semplice fatto che l’idea che ho della scena a cui mi riferisco non è legata ad un film particolare né ad un periodo particolare ma ho solo immaginato la scena ed ho cercato di attribuirle una contestualizzazione mediatica. Non so se si capisce. Comunque non ho idea di come siano i film di quel periodo, quindi più o meno ho tirato a caso. Ma tando lo faccio sempre, anche sul blog.

  8. bender1979 permalink

    ma…………………periferia di un paese in periferia fa periferia al quadrato????

  9. _caLLiope_ permalink

    yahn.
    *

  10. volso permalink

    beh effe, piccolo borghese io mi riferisco soprattutto a una definizione pasoliniana. In quel caso siamo tutti piccoli borghesi. Se poi vogliamo abbassare il tiro qualcuno si salva, tipo i punk, (alcuni) rockettari, quello che vuoi. Io invece punto alto, sono intransigente.

  11. anonimo permalink

    lama, le donne che ammettono di fare l’amore con se stesse meritano una medaglia. Sempre.

    Volso.

  12. lamagadioz permalink

    Non so se sorridere o fare una smorfia perplessa.
    Ammettere è come dire che c’è qualcosa da nascondere.

    [E non voleva essere una frase a doppiosenso/doppiotaglio. La maggior parte delle volte mi amo platonicamente…Ed è lo stesso bellissimo.]

  13. anonimo permalink

    ….ma che stronzata…ti senti un eroe di un film americano anni ’50 a scrivere queste cretinerie?? Periferia al quadrato; “mi rollo una sigaretta”, l’eroe tragico, drogato? oltre che spesso bevuto?, che ci vuol far sapere che si fa uno spinello, cosa che era forse trasgressiva 40 anni fa, quando la roba la portavano direttamente dall’India o dall’Afganistan. Mentre oggi è un rito piccolo borghese diffuso fra tutti i ragazzini di tutte le scuole…ma daiiiiiiiii…..non renderti ridicolo…
    dylan

  14. revel permalink

    Ridicolo eroe di merda…

    (è sempre bello ricevere un tuo messaggio sul blog…stasera guarderemo the o.c. insieme, è una promessa, ma prima ci fumiamo uno spinello anni 40, l’ho trovato in un diario di mia nonna, grande stronza quella, una di quelle stronze davvero che non vuole sentire parolacce o ti sega l’uccello, con una cesoia…adesso mio caro vecchio ordiniamo una pizza e godiamoci il nostro viaggio verso la purificazione dell’anima)

  15. revel permalink

    Che poi quel click io lo so cos’è.

    E’ quel dannato rumore che fa il grilletto quando scatta, quel piccolo rumore a cui segue il bang.

  16. lamagadioz permalink

    [Cacchio. Non ci avevo pensato…]

  17. yuai permalink

    il click è il suono che fa il mio mouse quando schiaccio sulla x per chiudere questo blog.

    e spegni la macchina se sei fermo.

  18. anonimo permalink

    e che ci vuole ad ammettere che si fa l amore con se stessi? la medaglia e ‘ esagerato. dai.ce sempre un pizzico di malizia quando lo si ammette .magari si vince un bel paio di mutande d argento.

    bluvetro

  19. anonimo permalink

    Chi è sto dylan della straminchia?che nervi!

    Un click è il suono del metronomo

  20. effeinvariante permalink

    Il click è il suono che fa l’interruttore della luce del bagno. Te l’ho detto mille volte che è dentro, vicino allo specchio!

  21. bluvetrosmerigliato permalink

    il click e’ quello che senti dentro che fa appunto click e ti fa star bene ,seguito da quello dell accendino che fa anche clik .il click e’ un pezzetto di luna che ti cade sul lunotto di notte spaccandolo senno perche si chiama lunotto,il click e’ la chiave che gira a vuoto e te ne vai a piedi finalmente.click ti schiocchi le dita e sorridi di lato.

  22. bender1979 permalink

    io quando faccio i rutti faccio anche click….

    il click è anche il rumore della valvola mitrale quando è stenotica…ma questa è un’ altra storia…

  23. volso permalink

    dylan ma vaffanculo.

  24. volso permalink

    (oltretutto il mio vaffanculo è ben motivato dal rodimento che mi deriva da questa moda del cazzo di fare i fighi tutti di un pezzo, come te, che si credono chissà chi, che parlano di stereotipi liceali e bla bla bla, e non so, puntiamo forse a diventare intellettuali di Yale? Ma perfavore. Ok, è vero ci sono tante cose che non vanno, ma non mi venire a rompere i coglioni quando mi fumo una sigaretta in santa pace).

  25. lamagadioz permalink

    (La questione dle fare l’amore con se stessi era una metafora.)
    (misembravadiaverlogiàdetto)

    (…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: