Skip to content

7 giugno 2007
Intendiamoci. A mia discolpa c’è che è difficile realizzarsi. Anzi, che è difficile realizzare.
Nel vero senso della parola. E’ difficile realizzare, rendere concreto, palpabile tutto quello che vorrei avere sempre con me.
A volte mi è difficile anche solo comprendere, e non cose lontane, ma i miei desideri, le mie passioni.
E diventa incredibilmente faticoso piegare i pensieri, la volontà, per qualcosa che abbia un senso.
Non scherziamo su queste cose. Non è semplice nichilismo e non parlo di debolezza.
Anzi, i deboli sono quelli che puntano dritto al nocciolo di un’esistenza per quanto consistente, bisogna ammetterlo, di dubbia qualità. Oppure non sono deboli, sbaglio a definirli così. Però mi risultano spaventosamente noiosi.
Ora non dico che ogni persona dovrebbe lasciare il segno sull’umanità.
Però limitarsi alla propria esistenza è deprimente. E dedicarsi agli altri è deprimente, anche quando lo si fa come se fosse un sacrificio religioso.E’ solo più ottuso, per quanto affascinante.
Dedicarsi al lavoro è deprimente. Mangiare è deprimente. Sono tutte cose che ci toccheranno ogni giorno, adesso o nel futuro. Sono cose sicure come la morte.
Forse c’è un legame tra continuità e la "deprimenza".
La depressione ok, niente battute stupide, però ha senso deprimenza. Dopotutto non parlo della depressione come patologia. E neanche di quella adolescienziale.
E’ la mia depressione.
Forse la vita è fatta solo di attimi che escono fuori dall’ordinario, dalla quotidianità paludosa. Una quotidianità fatta di almeno 70 anni, stime alla mano.
Eppure non la penso così. Proprio per niente. Ho svariati di motivi.
Una volta, a Calcata, sono arrivato a 10 buoni motivi in una giornata. Lei portava il reggicalze.
Non so perchè, è la quarta volta che riscrivo questo concetto. Di getto ho scritto al plurale, come se desiderassi che non fosse il mio pensiero ma quello di più persone. Perchè mi vergogno.
Ho corretto in prima e in effetti sento una strana sensazione di imbarazzo. E allora alcune cose le ho fatte tornare su un piano generale. Ed è orribile. Ho levato un paio di battute per evitare di essere simpatico. Fa nulla. Rileggo quello che ho scritto e mi viene da pensare: "questa cosa fa ridere". E’ spiritosa, secondo il mio senso dell’umorismo.
Oppure no? Ma più che altro. Cosa volevo dire? Mica una risata. E poi non sto ridendo. E non farà ridere nessuno, solo te. Ma non quando lo scrivi, ma neanche dopo. Solo che sembra da ridere. E a chi sto parlando? Alla pluralità o a me stesso? E se non so nemmeno cosa sto dicendo, mi posso forse rivolgere a qualcuno?
Quando leggerete pensate che sto con una coperta in testa e ho solo un desiderio: lei che mi accarezza le mani. Per farmi dormire.
Fisiologicamente sto per cedere credo. Metafisicamente, da un pezzo, già fatto.
Annunci

From → Archivio

15 commenti
  1. ninna_r permalink

    Mamma che post…

  2. revel permalink

    Pura verità…mi sa che soffro dello stesso tipo di depressione.

  3. Nenu permalink

    beh poi hai postato all’alba, come si fa a non pensare alla depressione appena svegli e di cattiva ora?

  4. anonimo permalink

    penso che non abbia ancora dormito….

  5. revel permalink

    Solo chi ha vissuto qualche giorno con volso sa che lui vive di notte come di giorno…è un gran casino…

  6. anonimo permalink

    io non ho capito nulla di quello che hai scritto

    bender

  7. volso permalink

    eh eh

  8. volso permalink

    povero revel, ti ho torturato troppe volte con la mia presenza nottura eh eh…

  9. anonimo permalink

    stavolta mi trovo daccordo con Bender, non ho capito nulla di cio’ che hai scritto.

  10. anonimo permalink

    chi se ne fotte

    volso

  11. anonimo permalink

    la parte interessante è che non chiedete spiegazioni, quando non capite. Questo è il punto, dal punto di vista personale.

    Riguardo il resto, rimando al commento precedente.

  12. bluvetrosmerigliato permalink

    ho detto che non ho capito un cavolo di quello che hai scritto ed e’ ovvio che chiedo spiegazioni di tutto cio che hai scritto , questo intendevo e chi se ne fotte dillo a qualcun altro …..

  13. volso permalink

    “stavolta mi trovo daccordo con Bender, non ho capito nulla di cio’ che hai scritto.”

    Questo è stato il commento, anonimo non firmato.

    Cosa pretendi? Che io mi invento che hai fatto una domanda e che mi rispondo da solo?
    Anche quando si lasciano due parole se ne ha la responsabilità.
    Se lo fate con leggerezza o esprimente qualcosa che non condivido, perchè non posso rispondervi? E nel tono che considero adatto. Il blog è mio e mi pare di non aver mai limitato nessuno. Perchè dovrei limitarmi io nel rispondervi?
    Quindi chi se ne fotte.

    Non che sia grave, avete espresso una perplessità molto fine a se stessa. “Non ho capito”.
    Non siamo alle elementari, nessuno vi obbliga a stare seduti qui ad ascoltare.

    Se siete interessati e non capite mi aspetto una domanda (sempre per il motivo “non siamo alle elementari”). Cosa non avete capito, perchè ecc.

    Se lasciate sti commentucci così, da me questo potete ottenere. Un tranquillo sticazzi.

    Anche perchè mi sono venuto a cercare io eh eh…
    Non dico tutto questo con rancore, ma per chiarire la cosa visto che addirittura credi di avere ragione (di aver chiesto, falso, e che io non posso usare il tono che voglio, falso anche qui).

    Quindi ripeto, se volete sapere la mia opinione, rileggete sotto.

    Se non avete capito non mi spiace, dopotutto. Adesso certo non mi metterei a spiegare, ma non lo avrei fatto neanche prima credo.

  14. bluvetrosmerigliato permalink

    chi e’ che ti spaccia da mangiare?

  15. bluvetrosmerigliato permalink

    ghghghgh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: