Skip to content

22 novembre 2007
Alla prima questione seria da affrontare nel soviet di Anguillara (se approvare o meno il fronte popolare con i socialisti) ci si è spaccati. Dopo che coloro che erano per l’unica via sono stati messi in minoranza l’epilogo scontato è stata la scissione.
Ah, che triste giorno per il lavoratori, gli studenti, gli intellettuali, i parassiti. Presi dalla sconforto i rimasti, se pur in maggioranza, hanno sciolto l’aula.
Adesso girano isterici sul lungo lago frammenti di personalità, vagabondi, senza patria, cani sciolti.
Qualcuno parla già di un’ondata eversiva, dopotutto chi la potrebbe mai fermare? A chi, sopratutto, non porterebbe vantaggio sacrificare i pochi per il benessere mentale di molti?
Non c’è pace tra le onde del lago, tra le rocce, tra i cigni e le papere.
Annunci

From → Archivio

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: