Skip to content

3 febbraio 2008
Ultime notizie (2)

Riporta fedelmente "Il proclama del collettivo Sabatino"

L’avanzata del pontefice ha messo in allarme i dintorni di Roma. Ormai l’eminenza sacra ha conquistato tutti i territori all’interno del mitologico grande raccordo anulare. Tutti si prostano e si inchinano a sua santità, tirandosi giù le braghe, e dando così ai vescovi e ai cardinali l’opportunità di scatenare la passione per i propri fedeli, sopratutto se minorenni.
Una passione diversa da quella del nuovo testamento.
Ma si organizza la resistenza, fuggiaschi e aborigeni si sono riuniti in uno nuovo fronte popolare.
Tutto comincia a Cesano, secolare quartiere schiavo delle radiazioni di Radio Vaticana. In questo luogo le onde magnetiche e sante sono tanto forti che le omelie trasmesse via radio sconfinano anche nelle comunicazioni telefoniche. Da segnalare un interessante aumento di casi di leucemia.
Lo stato pontificio non è rimasto a guardare. Alla popolazione una lettera confortante: "Fratelli, se morirete a causa delle onde magnetiche di Radio Vaticana, non disperate, la parola è entrata dentro di voi dunque il paradiso è vostro."
A qualcuno sta bene così, pace all’anima sua. Pecoroni et indegni! La barbara, rozza e campagnola Anguillara lancia il suo appello ai vicini Cesanesi. Rivolta! Resistenza!
Autobotti di vodka benedetti dal Capitale, polverizzato e disciolto nell’alcool. Ubriachi fermeremo i miscredenti. Combattere uniti, l’ordine tra i Sabatini. Dopo che il collettivo si è sciolto, a causa di discordie interne, è ora di ritrovare unità contro l’invasore, per tornare alla quiete dell’inquietudine, per eliminare il rischio di trovarsi cresimati. Alle armi! Anarchici, comunisti, drogati, indifferenti, alzate la vostra voce contro chi vuole infilarvi in bocca un’ostia insipida, che vi renderà complici di cannibalismo e deicidio.
E nei momenti tristi che arriveranno, per le privazioni che subirete, non vi preoccupate. L’oppio, ma quello vero, non quello di sua eminenza, ci farà compagnia. Così che Piero possa dormire, invece che sotto mille papavari rossi, sotto mille chilometri quadrati desertificati.

Annunci

From → Archivio

One Comment
  1. thewines permalink

    che bello abitare fuori dal raccordo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: