Skip to content

12 aprile 2008

Mangia lento ragazzo vorace

Confusione teutonica. Nel crogiuolo di lingue, tenendo a mano ferma l’Inglese, annusando il tedesco e mettendo da parte lo spagnolo.
Si affacciano difficoltà non superabili. Età passate si rivoltano, gli anni macerati in anguste botti di dura adolescenza fermentano. Non ho mai imparato abbastanza, in nulla.
Costruisco un nuovo corpo, ancora una volta, ritrovo un nuovo cervello, leggermente sfasato, secolarmente sfasato. Rimescolato, si ricomincia da capo.
Tutto avrei detto tranne che avrei sentito il bisogno di Dio. Proprio io che l’ho sempre considerato una congettura del tutto comprensibile, per ogni uomo, ma personalmente noiosa.
E’ stato un attimo, la tenue speranza che potesse essere d’aiuto. E’ stato uno scherzo, forse.

Sono tornato sui miei passi, di nuovo, per l’ennesima volta. Cinque paginette circa, non così male dopotutto, sempre prosaico, ovviamente. Ma è un viaggio a ritroso che non cade certo tra le braccia di qualche letteratura. Figuriamoci, non ci si prende più in giro.

Ricostruire insieme al corpo almeno un Dio. Rispolverarlo. L’unico possibile, il Dio elettronico, ad impulsi. L’unica consolazione, rassegnata consolazione. Mentre non mi sono portato qualche film da guardare non lo so.
Fortuna il mio Dio, orecchiabile, non si può negare. E mi mastico giocoso le poche parole inglesi che mi porto dietro dalla nuova zelanda, come amuleti di rancida giovinezza.
Fucking good.
Annunci

From → Archivio

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: