Skip to content

24 settembre 2008
La Conad sei tu

Sapevatelo, potreste essere scomunicati senza saperlo.
Perchè, a contrario di quanto si potrebbe credere, non arriva mica un foglio a casa ad avvertire che si è scomunicati.
Commettendo alcuni "reati" si è automaticamente scomunicati per "laete sententia".
Cioè, al volo.

Ecco un elenco di cose da non fare (da wikipedia.it, che sarà anche stupido a volte, ma fa degli schemini…):

– Profanazione delle specie consacrate, oppure la loro asportazione o conservazione a scopo sacrilego
 
– Violenza fisica contro il Romano Pontefice

– L’assoluzione del complice nel peccato contro il sesto comandamento del Decalogo ("Non commettere adulterio") da parte di un presbitero o vescovo

– Consacrazione di vescovi senza mandato pontificio, e chi da esso riceve la consacrazione

– Violazione diretta da parte del confessore del sigillo sacramentale

Bisogna ammettere che sono regole intelligenti, per mantenere la disciplina interna. Primo, non si può giocare con l’ostia. I preti sono fatti così, se non precisi ogni cosa va a finire che le usano per farci la scarpetta.
Due, non picchiare il papa. Ci mancherebbe, porta gli occhiali.
Tre, non vale peccare e poi dare l’assoluzione a con chi si gioca a su e giù. Non vale sopratutto se sei prete…
Quattro, non ti puoi mettere a fare vescovi così, al mattino come ti gira. Perchè no? Perchè non ci sono abbastanza cappelli per tutti.
Cinque, acqua in bocca. I preti sono maestri in queste cose.

Ah, dimenticavo, ci sono un paio di altre regole, per noi comuni mortali, in base al quale si può venire scomunicati senza il foglio di via:

– Chi ricorre all’aborto ottenendo l’effetto voluto e chi procura tale aborto

– Chi è iscritto al partito comunista (chi ne fa propaganda in qualsiasi modo, chi vota per esso e per i suoi candidati, chi scrive, legge o diffonde la stampa comunista)

– Chi rimane nelle organizzazioni comuniste: Camera del Lavoro, Federterra, Fronte della Gioventù, CGIL, UDI, API,

– Chi è responsabile di apostasia, eresia e scisma

Insomma l’Italia giustamente essendo il paese più cattolico del mondo è anche il più scomunicato (probabilmente senza saperlo).
Solo per il fatto di aver dato una sbirciatina a Marx, per conoscenza, beh diciamo che due terzi buoni sono andati. Cioè, rendiamoci conto, la Cgil. E’ peggio che scomunicare il Pd, quelli sono appena quattro gatti. Ma la Cgil!

Solo una cosa non comprendo molto. La scomunica per apostasia. Cioè, uno abbandona la religione e quelli ti scomunicano. Sono proprio attaccati. Peggio della Conad.
Comunque, io secondo queste regole sono stato scomunicato già una decina di volte. Ho votato comunista, ero tentato di iscrivermi, ho fatto propaganda, antipropaganda, ho letto cose comuniste, ho fatto apostasia, eresia e scisma (io contro tutti). Mi sono pentito, certo, ma non mi sono ancora confessato e non penso lo farò a breve termine. Forse dopo i sessanta, è in programma. E poi nonostante questo ancora ho pensieri malvagi.
Non ho picchiato il papa ma gli avrei tirato giù i pantaloni, e poi quel che peggio si, lo ammetto. Ho consacrato senza il mandato pontifico. E non mi pento, anche perchè so che è stata una scelta giusta.
Vi presento il vescovo della diocesi di ponton dell’elce.

Ps: Per la cronaca, il presente Vescovo è di Dresda. Germania, per chi ignora.
Ed è anche un po’ di destra, aggiungiamo.
Parecchie analogie. E’ adorabile.
Annunci

From → Archivio

4 commenti
  1. Nenu permalink

    quando da piccola andavo a confessarmi usavo sempre la carta della “bugia” per ultima…prima dicevo qualsiasi cazzata, tanto poi venivo assolta dal peccato della menzogna e tutto era apposto.

  2. anonimo permalink

    al ristorante cinese ho mangiato un suo parente. Anche cibarsi di un parente del vescovo o del vescovo stesso porta alla scomunica?

    bender

  3. volso permalink

    sai penso che il cannibalismo in genere sia un peccato del tipo muori-inferno-inculato-a-vita (capisco che da morto è difficile credere che si possa essere inculati a vita, ma meglio non provare).

    Mi ricordo del caso dei tizi schiantati in aereo su una montagna. Quelli che ci hanno fatto anche il film.
    Sono andati dal papa per chiedere perdono di aver mangiato carne umana, e il papa gli ha fatto…e vabbè, questa volta passi.

  4. anonimo permalink

    eggià… e che montagna!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: