Skip to content

5 febbraio 2009

Celluloide

Rambo scende da un elicottero. Un soldato lo accompagna nell’ufficio di un capoccia militare.

<Allora Rambo, tutto bene? Il viaggio dalla prigione fino a qui?> (Rambo era in prigione per aver ammazzato diverse persone e mandato sulla sedia a rotelle un migliaio di uomini della guardia civile americana)

<Si&gt;&nbsp;

<Allora Rambo. Ho letto la tua scheda personale. Immigrato di terza immigrazione, italiano, entra nei corpi speciali, specializzato in armi leggere, in guerra si distingue, 59 uccisi in battaglia, 2 medaglie di ferro, 2 di bronzo, una d’oro al valore>

<Mhh&gt;

<Allora, ascoltami Rambo. Abbiamo circa 2mila prigionieri americani persi nel sud est asiatico. A nessuno fotte un cazzo, ma ci servono delle prove e li liberiamo. Tu sei l’uomo giusto. Quindi, ti mandiamo lì, nella giungla, armato fino al collo, facci delle foto e torna ok?>

Silenzio nell’ufficio del comandante.

<Delle foto?>

<Si, capito Rambo? Solo delle foto. Non fare del male a nessuno. Fai le foto poi torna e ci pensiamo noi.>

<Mhh&gt;

<Foto capito? FOTO!>

<Mhh. Si.>

Ed ebbe così inizio uno dei massacri cinematografici più sboroni della storia.

Annunci

From → Archivio

2 commenti
  1. anonimo permalink

    ehm..scusa l’ignoranza su rambo ma….è davvero così????

    sesa

  2. volso permalink

    vedere per credere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: