Skip to content

7 marzo 2009

Alzarsi, fare la spesa, cucinare, studiare, un po’ di sport. Ma quante cose, sul serio, per sopravvivere.
Mi viene da tagliare su parecchie cose per risparmiare tempo. Non so, non farmi la doccia, non mangiare, non fare la spesa. Ma è difficile.
Sono automatismi quasi biologici. A nascere ebrei, giusto un secolo fa, si veniva mantenuti in qualche yeshivà a studiare. Si mangiava poco, ci si lavava in continuazione (abluzioni per ogni cosa), e si passava la vita sul Talmud e cose del genere. Non era poi così malsano, nonostante il rischio di morire di colera o difterite  (e mille altre malattie).
Comunque, visto che non ho molto da dire, consiglio di lettura. D’altronde nel tempo libero faccio questo, leggo.
Un bel racconto di Singer, per ora quello che mi è piaciuto di più. Si intitola: Sangue.

La passione per il sangue e la passione per la carne hanno la stessa origine, per questo motivo "Non uccidere" è seguito da "Non commettere adulterio"

Un pizzico di pulp, per accontentare il nostro gusto moderno, e una storia vecchia come il mondo. Una donna e un macellaio kasher.
Insomma, certi stereotipi non sono mica solo nostri. Dopotutto, il sangue rimane sempre sangue.

Annunci

From → Archivio

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: