Skip to content

23 marzo 2010

V. <E’ tutto molto più semplice di quello che credi >

M. <Ah si?>

V
.<Certo. Questo problema con i dialoghi non esiste>

M
. <Ma io non capisco, sono davvero impossibili da gestire>

V
. <Semplice, molto più semplice di quello che credi. Non esistono i dialoghi, nell’immaginazione. La mente è tutta in prosa. Per esempio quando sogni un dialogo al risveglio ti ricordi giusto le battute minime, tanto che potrebbe essere un fumetto. I discorsi? Sono descrizioni, non battute e risposte. Quindi quello che si dicono due persone lo puoi semplicemente descrivere, senza tra l’altro accennare all’argomento che su cui cercano d’intendersi>

M. <Questa cosa mi sfugge>

V
.<Se fosse possibile descrivere, perfettamente, fisicamente, due persone una davanti all’altra nell’atto di parlare, allora sapremmo di cosa parlano anche senza conoscere una parola del loro discorso>

M
. <Sarebbe bellissimo>

V
. <Gi&agrave;&gt;

M
. <Ma quindi, alla fine come li gestisco?>

V
. &lt;Quando non sai che fare, allora metti un dialogo, funziona sempre>

Annunci

From → Archivio

One Comment
  1. imnotweird permalink

    è perché il dialogo lascia un sacco di non-detto, e quindi funziona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: