Skip to content

ho già detto

31 ottobre 2012

Sono un grafomane.
In alcuni momenti della mia vita ho scritto tanto, senza l’aiuto di benzedrina, da spaventare me stesso.
Non conosco l’origine di questa malattia.
Naturale sviluppo pseudo produttivo, ora sono quello che si potrebbe definire un pubblicista/copywriter.
Avvilente e allo stesso tempo inevitabile.
Mimetizzo stili, riempo schede tecniche di prodotti di elettronica, uccido me stesso.
Non mi interessa più di tanto.
Sono un grafomane, come detto, in ogni caso non smetto mai di scrivere, ancora, di nuovo.
Guardo fuori dalla finestra della camera e ci sono i platani sbattuti dal vento, il fogliame agitato, le macchine parcheggiate a spina di pesce.
Nulla ha consistenza reale, sono solo oggetti. Poi una tastiera, oppure una penna e un foglio, per rendere le cose tangibili e con significati molteplici, sperduti, potenzialmente infiniti rispetto le semplici risorse della vista, del tatto, del gusto.

Ci sono i platani sbattuti dal vento, il fogliame agitato, le macchine parcheggiate a spina di pesce.

Si, lo so, è una ripetizione.
Ho già detto che sono un grafomane?

Annunci

From → Roma

2 commenti
  1. cosa sono i ” platati”? sono forse i platani?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: