Skip to content

metropoli

4 novembre 2012

C’è stato un tempo in cui ho pensato a Berlino come città ideale.
Metropoli distubata, spaccata in due, psicologicamente labile, facilmente fraintendibile.
Berlino l’ho vissuta con trasporto, per quanto ho potuto, mi sono lasciato andare, in maniera piuttosto circospetta.
Magari con un pò più di coraggio, chissà, ma le circostanze ci hanno diviso.
Sono passato poi a Pechino. Non so bene perché, sarà stata la scoperta dell’est.
Opulenta, esotica, zozza.
Come ognuno sogna la propria donna, almeno per una notte ogni tanto.
Mi ha annoiato.
Sono tornato in Italia e quindi la cosa più vicina a tutto questo, Napoli.
Caotica, volgare, più sporca che zozza, a volte romantica. Cicciona più che opulenta.
Ma quello che proprio non sono riuscito a mandare giù è l’inevitabile esito provinciale di questa roccaforta sudista.
La rassegnazione più che malinconica, nel 2012, è patetica.
Le reazioni, blande, calcolate, già smascherate al primo sguardo attento.
I compromessi vanno bene, ma a Napoli il prezzo da pagare è troppo alto.
Ora torno nella città che sempre di più ho snobbato.
Roma.
Sempre vecchia, piacente, arrogante da millenni, eccola sempre con cattiveria di fronte ogni movimento che l’attraversa.
Ora sono in amore in Roma.
Un amore giovane e potente, nonostante io mi sia sempre distinto per lentezza e inappetenza.
E come ogni amore che si rispetti, scorrerà sangue.

Annunci

From → Roma

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: