Skip to content

arrestatemi

14 novembre 2012

Come ho scritto stamattina alla fine non sono uscito, non sono andato a manifestare, preso da una pigrizia mentale, un velo di tristezza.
Demoralizzato.

Mi sono messo a lavorare, lentamente, tanto lentamente, tutto il pomeriggio, come un piccolo burocrate insofferente alla vita.
Non mi chiedo se sia realmente così o meno, non ne ho voglia.

Poi ho aperto la pagina di Repubblica, il FattoQuotidiano, il Corriere. I soliti.
Le foto e i video dei cortei in tutta Italia, le manganellate.
Riconosco i volti di alcuni, uno in particolare viene portato via, stordito e sanguinante, dalla polizia.
Continuo a scrivere a scrivere, scrivere, tutte sciocchezze di terzo o quarto ordine. Intanto fuori sotto un sole surreale per novembre, si è versato un pò di sangue.
Quanto basta per l’acquolina della celere.

Se fosse possibile, se avesse un senso, stasera me ne uscirei per un paio di birre, un paio di sigarette e poi mi andrei a costituire.
La mia assenza sul momento è stata del tutto fortuita e ho disgusto per la pietà del caso.
Merito l’arresto anche io, come quelli portati via oggi.

Annunci

From → Roma

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: