Skip to content

opinioni

27 aprile 2013

Abbiamo preso l’ultimo tram, verso San Lorenzo.
A tenere la memoria degli accadimenti, ci penserà Lorenzo.
Ad attenderci una folla inaspettata: è primavera. Ci piazziamo all’incrocio tra via degli ausoni e via dei sabelli, a bere cocktail al cetriolo, dopo aver carburato a birra.
Torniamo a casa che saranno le 5/6 del mattino.
Senza memoria, ci addormentiamo tutti istantaneamente.
Avrà facile gioco, mio fratello, a riportare fatti incredibili che rimarranno leggendari. Abbracci a sconosciuti, chiacchierate prolungate con studenti e studentesse fuorisede, occhiate malevole, risate, litigi con bangla, riconciliazioni con calabresi di lunga data, cori di tanti auguri, bottiglie che volano. Roba così insomma.
Tensione alta, pacifica.
Il pomeriggio seguente, dopo aver passato una mattina a rotolarmi nel letto mugugnando dolori altrettanto epici, mi faccio la barba.
Era da più di un mese, tanto che la macchinetta taglia capelli si inceppa, non va.
Troppo folta, devo provare con le forbici di Crepax (le usa per il cane, ogni tanto).
Quelle vanno bene.
Dopo circa 30/40 minuti, tra forbici e rasoio, sono finalmente liscio e rivedo la mia pelle.
Era davvero tanto tempo, quasi non mi riconosco.
Questo è il regalo che mi faccio per questi disastrosi 29 anni appena compiuti, una faccia che mi sembra nuova, almeno per qualche giorno.

Annunci

From → Roma

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: