Skip to content

la terra dell’abbondanza

28 giugno 2013

Per quanto la mia esistenza sia stata sporcata da scampoli di vita metropolitana, sono cresciuto in campagna.
Non la provincia, entità che ho frequentato, di cui mi sono patentato più volte, per semplificare o per camuffarmi.
Campagna.
Una campagna abbastanza fertile, il vicino di casa a circa 200 metri, con cui ci si saluta un paio di volte al mese, quelli più affezionati. Gli altri un paio di volte l’anno. Tra pendolarismi, tempismi sbilenchi, semplice impossibilità, le vita in campagna non è quella patriarcale del 900, è diversa, uggiosa, allegra in maniera perversa.
La nuova dimensione rurale del nuovo, ennesimo, millennio non è da prendere sottogamba.
Mantengo le caratteristiche psico genetiche di una terra furiosa, violenta ma non espansiva, con tratti sempre più inquieti e meno burberi, effetto della civiltà.

Ed è uno strano caso, una coincidenza che ha portato ancora più confusione, lo studio della letteratura americana. Che sembra vivere la stessa schizofrenia, tra le metropoli e gli orizzonti senza fine, tra il minimalismo cocainomane e i campi di grano sperduti verso ovest. Per questo ho imparato ad avere una grande cura dei miei ritagli cittadini, sottolineando la malattia.

Non rinuncio però a lordarmi dell’abbondanza che mi concede la campagna, quando mi tiro giù la patta dei pantaloni e piscio sulla terra incolta. L’abbondanza delle stelle, numerose, l’abbondanza degli insetti, dei suoni gracchianti, dei fischi, l’abbondanza dell’erba, dei frutti marci a terra, delle foglie verdi e appassite, sugli alberi e a terra. E lo spreco del possibile. Purtroppo né la letteratura né le lezioni di vita sembrano darmi buoni indizi.
Beati i marinai che le stelle sanno anche leggerle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: