Skip to content

Roma

6 aprile 2017
Che fosse un sogno, mi è stato chiaro dal primo istante.
Per la luce, i colori, i suoni. Tutto reale, tutto rielaborato, digerito, vomitato da un cervello pulsante, drogato, sofferente.
Eravamo in macchina, io e mia zia, lei stranamente calma e per nulla inquieta, come invece è sempre stata per anni, sconvolgendo conversazioni e riunioni di famiglia.
Non parliamo, lei guida e va sempre dritta su una strada di dimensioni mai viste. Otto, dieci, dodici corsie per senso di marcia, una gigantesca lingua di asfalto che taglia una campagna estiva di cui sento l’odore, i suoni, il canto dei grilli.
La mia camera di decompressione.
<Attenta, è rosso>
Non sono spaventato, ripeto al frase due o tre volte, meccanicamente. Mia zia tira dritto e attraversa la strada, ci sono altre macchina che fanno lo stesso, le carreggiate sono così grandi, l’incrocio sembra un lago d’asfalto, noi puntiamo al centro e poi proseguiamo, nessuno ci ferma o suona.
Attraversiamo un acquedotto romano, di proporzioni mai viste, proporzionali alle autostrade che tagliano sotto gli archi. Passata la volte, con un’ombra che si allunga pacifica e impressionante, alzo lo sguardo e vedo una città con edifici di dimensioni spaventose. All’inizio le sagome sono confuse, poi si delineano con chiarezza gli spigoli, le altezze, le forme inquietanti. Non sono forme aliene, ma conosciute, grattacieli di granito color sabbia, emana un calore travolgente, profondo.
<Non è possibile, non esiste. Lo sapevo fin dall’inizio, è solo un sogno>
Ancora una volta mia zia non risponde, è sorridente, rilassata, come se portasse il cane al mare.
Annunci

From → Roma

One Comment
  1. La cosa su cui riflettere è che tutti in famiglia abbiamo una zia del genere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: